Pavia

Campo Coni lasciato al buio per esigenze di cantiere

Continua a non trovare pace lo storico Campo Coni di via Treves. Appena il tempo di gioire per lavori, attesi da anni, che sono finalmente prossimi a prendere il via… che proprio quei lavori finiscono per portare in dote nuovi inaspettati inconvenienti. A onor del vero, un po’ è anche colpa dell’ora legale che se ne è andata a fine ottobre la­sciando via Treves al buio troppo presto… visto che non si possono più accendere le luci. E non perché le lampadine si siano tutte improvvisamente fulminate, ma perché, nell’allestire il can­tiere - per i lavori che han­no preso il via nei giorni scorsi -, il quadro elettrico per accendere e spegnere l’il­luminazione è rimasto chiuso all’interno. Sem­bre­rebbe un problema di facile soluzione…

 

Broni

Uno sportello per il disagio

L’idea del Comune di Broni è quella di coinvolgere i giovani (tra i 18 e i 30 anni) nell'organizzazione di eventi. La prima iniziativa è il "Cinema stellare": quattro serate durante le quali verrà proiettato un film su tematiche e problemi legati al mondo giovanile, seguito dal dibattito con un esperto. «La Consulta - spiega il sindaco Antonio Riviezzi - avrà lo scopo di organizzare concerti, eventi, dibattiti, momenti di discussione e riflessione, coinvolgendo anche i ragazzi delle scuole cittadine. Potranno partecipare i ragazzi con un'età compresa tra i 18 e i 30 anni. ...

 

Vigevano e Lomellina

Vigevano

Piazza Sant'Ambrogio - Approvato l'accordo tra Comune e Diocesi

L'iter per il recupero di piazza Sant’Ambrogio entra nel vivo. Nei primi giorni del mese, infatti, la bozza di accordo tra l'amministrazione comunale e la Diocesi di Vigevano è stata approvata ufficialmente, dopo il primo assenso da parte del comune alla proposta della Curia, che si era offerta di intervenire sullo spiazzo durante i lavori che avrebbero interessato i musei diocesani. Come ben evidenzia il documento che sancisce l'accordo tra le parti, la riqualificazione della piazza viene definita di interesse “prioritario per la promozione del territorio, quale rilancio della vocazione di polo attrattivo turistico”: la stessa intesa pone in capo al comune di Vigevano il coordinamento e la programmazione generale, mentre la diocesi dovrà assumersi l'onere di presentare sia il progetto preliminare, che è stato sottoposto all'amministrazione lo scorso settembre, che quello definitivo, ancora in via di completamento. Il progetto, la cui conclusione è prevista al più tardi per il 2019, prevede una serie di interventi a lotti, che con tutta probabilità inizierà con la zona limitrofa al vescovado e via Roma, per poi estendersi su tutto lo spiazzale. Per la realizzazione degli interventi la diocesi si servirà dei fondi già a propria disposizione, e non , come paventato in precedenza, quelli ricavati da un recente bando Cariplo. Inoltre, nella riqualificazione dovrebbe rivestire un posto di primaria importanza anche il gruppo Conad, cui il comune ha concesso lo sfruttamento dell'area di via Buozzi, in cui insedierà un centro commerciale. L'inizio dei lavori dovrebbe coincidere con la primavera del 2018, quando verranno realizzati cordoli a definizione delle aree unitamente alla posa di nuovo arredo urbano. Inoltre, quasi sicuramente, verrà anche modificata la viabilità della piazza, con la modifica di accessi e uscite dall'area e la chiusura al traffico, con esclusione dei residenti, del lato che confina col vescovado.

 

Le nostre collaborazioni

Il Settimanale Pavese | 23/A, Via Giuseppe Saragat - 27100 Pavia (PV) - Italia | P.I. 05510820961 | Tel. +39 0382 539786 | info@pubblipavese.it | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite